Reportage dall’Alto Adige

Mercatini BolzanoAvete tempo fino al 23 dicembre per tuffarvi l’atmosfera natalizia dell’Alto Adige e visitare i mercatini di Bolzano (Bozen in tedesco).  Io ci sono appena stata in occasione di S. Ambrogio, purtroppo senza neve, una settimana dopo la fiera Biolife, in una fuga programmata da una Milano attanagliata dallo smog da più di 20 giorni.

Non avevo mai visitato Bolzano e la sua architettura, tipicamente nordeuropea, dove quasi ogni casa ha un bow window affacciato verso l’esterno ma che si protegge con delle tende che lasciano immaginare un interno dal sapore vittoriano. Mi sono lasciata tentare dai sapori del SudTirol molto vicini all’Austria, al bar dello Stadt Hotel si può gustare la Sacher Torte fatta secondo ricetta viennese (è infatti unico punto vendita dell’ Original Sacher Torte fuori dall’Austria ), e ai paesi del nord Europa: i brezen, i canederli, lo speck,  il vin brulé e le mele, di stagione e grandi protagoniste della tradizione di questa regione immersa nel fascino delle dolomiti (come non citare lo Strudel… ).

I mercatini si estendono sulla piazza Walther Von Der Vogelweide, anche se tutto il centro della città è addobbato con luci Il Bosco Incantatoe colori, meta sopratutto nei week end e durante i giorni di festa di migliaia di turisti, così come il bosco incantato una sorta di distaccamento dove l’inverno e il Natale sono assoluti protagonisti.

Come non portare casa un po’ di Bozen e il souvenir che ho scelto è la ricetta del succo di mele o altrimenti detto brulé di mele (gustato caldo).  Basta scaldare del succo di mela biologico con una stecca di cannella, senza farlo però bollire, aggiungere un cucchiaino di succo di limone e un cucchiaino di succo d’arancia. Se vi piace potete arricchire la vostra bevanda con del miele e alcuni chiodi di garofano (meno di dieci) che daranno un sapore ancora più speziato. Filtrate e bevete ancora caldo, un vero toccasana nelle fredde giornate invernali.

Centro_ Storico di BolzanoMi piacerebbe ritornare in questa zona del SudTirol magari in un periodo meno affollato e con un po’ di neve, e addentrarmi di più nei piccoli paesi che la circondano, ho visitato solo Appiano sulla Strada del Vino, un delizioso borgo che merita una tappa. Non a caso la provincia di Bolzano si posiziona al secondo posto nella classifica 2011 delle migliori città per la qualità della vita, forse anche merito dei numerosi pannelli fotovoltaici che costeggiano l’autostrada e che abbiamo visto sui tetti di tantissime case?

 

Foto Credits: me stessa 😉

Other Credits: grazie Andrea per la ricetta del mela brulé