E’ tempo di fare la valigia

valigia

Mancano due giorni alla partenza. Dove vado? Ancora non lo so. Quest’anno tante idee e nessuna destinazione precisa.

Io che di solito prenoto case, campeggi e traghetti con un certo margine di anticipo. Io che solitamente organizzo valigia&co appuntando meticolosamente sulla Moleskine cosa non dimenticare. Io che amo sapere esattamente quando partire e per dove e quando tornare.

Quest’anno no. Non ho ancora una meta. Ho solo una data di partenza e una di ritorno, tutto quello che ci sta nel mezzo è totalmente da costruire.

Perché all’inizio era il nord Europa però poi no, magari andiamo al mare che del sole ho bisogno, quest’anno più che mai. E allora Spagna, Grecia, Francia. Troppo tardi ormai per prenotare voli e la soluzione è quella di lasciarsi ispirare. Basta decidere la direzione: nord, sud, est o ovest e il resto sarà una sorpresa.

Non partivo così all’avventura dal 1998, anno della maturità e per dire la verità in quell’occasione uno straccio di meta ce l’avevo.

Devo dire però che questa cosa della non organizzazione della mia vacanza mi sta anche divertendo, con gente che mi uazzappa per salutarmi, raccomandandosi di fargli sapere dove andrò.

Quello che è sicuro è che domani una valigia la dovrò preparare e questi i miei quattro must:

–          Protezione 50+ “Voglia di sole”. Perché non ha parabeni né siliconi, non è testata sugli animali, ha un profumo fresco e delicato grazie agli estratti di anguria e lampone e perché oramai senza una 50+ ad espormi  al sole non ci penso proprio.

–          Crema corpo all’ortensia. Perché l’ho provata, mi è piaciuta e la metto in valigia, che a una pelle di velluto non rinuncio nemmeno nella più totale disorganizzazione.

–          Il mio adorato maglione di lino, vero must di questa estate.

–          Le espadrillas oramai ospiti fisse delle mie valigie. Ogni anno non mi deludono, fresche, comodissime e dai materiali tutti naturali.

Ora che la valigia è fatta è tempo di prendermi ancora un po’ di tempo per dare un occhio alla cartina e provare a NON pianificare un itinerario.

Nel frattempo a tutti voi, buone vacanze.

 

Photo Credits: theneotraditionalist