Le cure naturali per il nostro gatto

Il gatto è il simbolo per eccellenza dell’autosufficienza e del saper badare a se stessi anche in condizioni di difficoltà. Dietro il suo aspetto fiero e apparentemente distaccato, il nostro amico a quattrozampe nasconde un vero e proprio bisogno di cure, di affetto, di coccole e di gioco, e chi ha la fortuna di condividere la propria abitazione con un micio, questo lo sa molto bene.

Prendersi cura del proprio gatto in maniera naturale ed in modo che lui sia sempre felice non è per nulla complicato.

Come già detto, i gatti sono autosufficienti e non sopportano le attenzioni eccessive. Non sono dei giocattoli, ma allo stesso tempo hanno bisogno di noi. L’importante è non asfissiarli con attenzioni eccessive. Al nostro gatto farà certamente piacere una spazzolata ogni tanto, soprattutto se è a pelo lungo. Si tratta di una buona abitudine che ci aiuta a tenere sotto controllo la presenza di eventuali parassiti.

Esistono gatti particolarmente pazienti che amano essere spazzolati, altri invece che accanto alla spazzolata hanno bisogno di coccole, altri ancora che saranno felici di ricevere una piccola ricompensa per averci permesso di occuparci di loro e di spazzolarli in completa tranquillità.

I gatti non hanno bisogno che venga fatto loro un vero e proprio bagno, la maggior parte di loro fugge di fronte all’ acqua ed è perfettamente in grado di occuparsi da sé della propria toeletta. Ma nel caso in cui ci troviamo di fronte ad un gatto ormai vecchio, oppure debole o ammalato, la questione potrebbe essere differente e potremmo provare ad aiutarlo nella pulizia servendoci di un panno leggermente inumidito con acqua tiepida e di una piccola quantità di detergente naturale.

Attenzione anche alle unghie. Impariamo ad osservarle. Delle unghie troppo lunghe potrebbero rendere al gatto complicata un’azione quotidiana come quella del camminare. Ecco perché è sempre bene fare in modo che il gatto, soprattutto in appartamento, abbia a propria disposizione un tronchetto su cui possa strofinare e levigare le proprie unghie senza problemi. In alcuni casi, possiamo intervenire accorciandole noi, chiedendo alcune semplici spiegazioni in proposito al veterinario, in modo da non provocare alcun dolore al nostro amico a quattro zampe.

Spazzolata, pulizia e cura delle unghie dovrebbero trasformarsi in un momento atteso e sentito con affetto, non in un’occasione in cui provare paura e da cui scappare. Per questo è bene iniziare ad abituare il proprio gatto, fin da piccolo, a questo insieme di attenzioni per il suo benessere. A modo suo, saprà ricompensarci, come farà di fronte ad una ciotola appena riempita con la pappa, ad un piccolo giochino da inseguire, ad una morbida cuccia sempre in ordine e a una lettiera fresca e pulita.

 

 

 

Foto Credits: Tumblr

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *