Una manciata di caldarroste

castagne-ciotola

“Non ti ho mai vista così bella”.

“Sono solo felice di essere qui con te. In questo bosco tiepido di sole e umido di foglie e di rugiada mattutina. In questa domenica nel bel mezzo di ottobre, in cui è possibile sentire nell’aria il profumo dolce di marmellata di zucca, di melograno e di uva.

Sono felice perché quando apro l’armadio il cotone ha lasciato il posto alla lana e posso di nuovo mettere il maglione che mi hai regalato l’anno scorso che lo sai che lo adoro insieme alla sciarpa che ho fatto a mano in grana di riso e fa niente se a un certo punto c’è una riga di maglia inglese che è sfuggita al mio controllo, io ne sono orgogliosa comunque.

Sono felice perché mi piace iniziare a sentire l’aria frizzante che punge la pelle e anche se tra un po’ le giornate saranno più corte, potremmo stare di più in casa e preparare pane alle noci, strudel di mele e crostate con la marmellata di mirtilli.

Sono felice perché vedo sotto i miei piedi e sugli alberi i colori che riconosco e questa è la stagione in cui la tonalità quasi rossa dei miei capelli mi sembra assolutamente appropriata.

Sono felice. E per esserlo mi basta una manciata di caldarroste che possiamo preparare stasera, gustandole sul divano tra i cuscini e il plaid a scacchi, immaginando viaggi e nuove scoperte.”

 

Perché è questo che dovremmo trovare il tempo di fare un po’ di più: camminare nei boschi a raccogliere castagne, lasciando che il sole mite ci riscaldi il viso e respirando l’autunno.

castagne-riccio-legno

autumn

castagna-riccio

red-hair

caldarroste

 

 

Credits: Tumblr, Pinterest, Google Images