Quasi solo mele

mele-cannella

“Ti va una mela?”

“Ci sono alternative? E’ un frutto che non mi piace particolarmente, non lo trovo attraente e succulento”.

“Non lo trovi attraente e succulento. E’ un’interessante scelta di termini la tua per uno dei pochi frutti che per me invece incarna un mix che attrae tutti i sensi.

Possiamo parlare ad esempio della vista che viene deliziata dalla varietà di colori che vanno dal giallo intenso vitaminico del sole, al rosso intenso, vermiglio e sanguigno della Stark, fino ad arrivare al verde brillante che è tutt’altro sinonimo di acerbo. Come non citare il gusto, senso principe, ogni volta stimolato da un qualcosa di mai uguale a se stesso, perché la dolcezza rassicurante e familiare della Golden non può certo confondersi o mescolarsi con la punta spregiudicata e sprezzante della Granny Smith. Il tatto e l’udito poi sono totalmente spiazzati da consistenze e suoni differenti: la croccante e scrocchiarella Pink Ladies che mai diresti sorella della farinosa Gala.

Come fare poi a non perdersi tra marmellate che profumano d’autunno, strudel che evocano la montagna o anche solo in una classica torta di mele che invade la cucina di un aroma unico? Se è questo quello che cerchi nulla può sbaragliare la renetta. Deve il suo nome al francese “reine”  – regina – nobile sovrana delle ricette che hanno per base le mele. Poco amate e poco conosciute ma se è il comfort food è un desiderio, nessuna come lei. Hai solo l’imbarazzo della scelta, del resto te lo dico sempre che la stagione fredda non è tutta bianca e grigia è invece piena di colori, di sapori e di sfumature in questo caso racchiusi tutti in un frutto.”

“Non so com’è ma ora ho un’irresistibile voglia di una mela”.

“Ne ero sicura”.

mela

torta-mele

mela-cuore

 

 

Foto Credits: tumblr, pinterest