La spesa a tutto relax al mercato, a chilometri zero

mercato chilometri zeroCercare di vivere ecologico in città per me significa anche provare a rallentare il ritmo e cercare maniere alternative per svolgere le attività quotidiane con maggiore calma e tranquillità. Parliamo della spesa, ad esempio. Il più delle volte ci si trova a recarsi al supermercato in tutta fretta, nello stesso momento in cui decine di altre persone hanno deciso di raggiungerlo. Si è così quasi costretti a scegliere i prodotti ponendo scarsa attenzione ai loro ingredienti e alla loro qualità, lasciandosi ingannare dalle offerte, e a trascorrere la maggior parte del tempo in coda alla cassa. Quando posso evito tutto ciò e il sabato mattina dico no al supermercato per recarmi al mercato a chilometri zero che si svolge qui dove abito o nelle vicinanze. Mi munisco di borse di stoffa e sono felice di poter uscire di casa a piedi per raggiungere la piazza dove si svolge il mercato. Posso dire ormai di conoscere il contadino da cui compro la frutta e la verdura e le signore che vendono un ottimo olio extravergine d’oliva biologico.

Mese dopo mese l’afflusso di persone alle bancarelle del sabato mattina è aumentato, tanto che la settimana scorsa non ho fatto in tempo ad aggiudicarmi l’ultimo cespo di insalata, che chi mi ha preceduto aveva già acquistato. Sono potuta rincasare con mele, pere, patate ed una zucca che così grande e bella non avrei mai potuto trovare in alcun supermercato. Al momento di sceglierla penso già a quando la utilizzerò per preparare gli gnocchi.

Scegliere di fare la spesa al mercato a chilometri zero significa dare la propria preferenza a prodotti coltivati localmente, nelle immediate vicinanze del luogo in cui si abita e ritrovarsi a pagare normalmente un prezzo inferiore rispetto ad un supermercato o ad un mercato rionale, soprattutto per quanto riguarda frutta e verdura.

Non si avrà la tentazione di acquistare prodotti fuori stagione, si potranno reperire prodotti biologici e finalmente si avrà l’occasione di scambiare qualche chiacchiera con la persona che si è occupata di dare vita agli alimenti che porteremo sulle nostre tavole. Parlare, socializzare, toccare con mano ciò che si acquisterà, in un mondo dove l’immateriale e il digitale sembrano prevalere, non è cosa da poco.

Per conoscere i mercati a chilometri zero e i mercati contadini più vicini a voi potrebbe esservi utile consultare il siti web MercatiDelContadino.itProdotti-a-km-zero.it

 

Photo Credits: elizabethannedesigns.com/blog, tumblr

 

3 Comments

  • Cecilia ha detto:

    Non conoscevo il sito dei Mercati del Contadino, grazie per la segnalazione.
    In effetti Mercato del Contadino più iscrizione a un gruppo d’acquisto e il tuo modo di fare la spesa cambia drasticamente 🙂

  • Marta ha detto:

    Ciao Cecilia, spero tu possa riuscire ad individuare un mercato che ti sia comodo da raggiungere. Penso che GAS e mercati contadini e a km 0 possano fare davvero la differenza 🙂

    Marta

    • Cecilia ha detto:

      Si, io sono assidua frequentatrice del Mercato Contadino di Carpi (MO) che non mi pare d’aver visto nella mappa..lo segnalerò a chi did overe, così si inseriscono. Oggi poi ho fatto tutto: spesa al meracto e ritiro dell’oridne generale col GAS. Ciao, buona domenica

Comments are closed.