E di colpo arriva lui

E’ ufficiale, è arrivato anche se con qualche giorno di anticipo rispetto alla data ufficiale. No, perché non so se avete avuto modo di accorgervi del freddo di questi giorni, che ci ha anche regalato la prima neve e dicono ce ne regalerà altra. Dicono.

E in un batter d’occhio eccoci catapultati in inverno, stagione in cui tutto è bianco o ce lo immaginiamo tale, in cui non posso fare a meno rivedere il dottor Živago e fantasticare sulla struggente storia d’amore con Lara.
E’  il tempo in cui spediamo lettere e altrettante ne riceviamo, o ne vorremmo ricevere, per scoprire chi ha dedicato un po’ del suo tempo pensando a noi.  Quando amiamo scaldarci con grosse calze di lana, con una tisana alla verbena bollente e muffole “knittate” (si, ora posso dire “I can”).

Stagione delle whish list, delle luci, degli #alberialternativi (seguite l’hashtag su twitter e postate le foto dei vostri albero ecologici), del colore rosso e dei biscotti allo zenzero, da preparare come se non ci fosse un domani.

E di una Milano che, anche se scomoda e difficile, diventa bellissima quando cade la neve e sembra inerme, senza un’alternativa, di fronte alla natura che la ricopre.

 

 

 

Foto Credits: Tumblr