Bentornata estate

 

bicicletta_campodigrano

Lo dico quasi sottovoce perché il meteo quest’anno ha fatto scherzi strani e nel dubbio il primo week end di caldo me lo sono goduto a pieno.

E anche se un po’ traballante, ma sicuramente più desiderata che mai, eccola di ritorno. L’estate. Quella stagione che già solo per il nome sa di giornate all’aria aperta, di ghiaccioli e di sabbia.

La stagione delle ciliegie e delle albicocche, i miei frutti preferiti, che adoro quando sono maturi e dolcissimi. Deliziosi al palato e ancora di più se usati  per preparare marmellate.

La stagione del mare e del sole. Perché non è estate senza un tuffo, che al primo contatto con l’acqua manca il respiro però poi è quasi impossibile uscirne.

La stagione dei vestiti di lino e di cotone, bianchi e leggeri, per essere subito pronte per un pic-nic in un prato, con il cestino di vimini e la tovaglia a quadretti.

La stagione in cui Isotta (la mia bici) viaggia, viaggia e viaggia ancora, con la coperta sempre pronta e anche se si resta città il parco dietro l’angolo riserva sempre qualche sorpresa:  un prato mai visto, un albero nuovo  sotto cui fermarsi, leggere e sonnecchiare un po’.

Perché è l’estate che con il suo caldo ci chiede di rallentare, qualsiasi cosa stiamo facendo e ci invita a stare di più nella natura che in questo periodo dell’anno, se possibile, è ancora più bella.

corsa_mare

ghiaccioli

marmellata_albicocche

pic_nic

 

Foto Credits: tumblr