E’ di stagione a giugno

lamponi

Il mese di giugno è probabilmente uno dei più ricchi dell’anno per la varietà di frutta e di ortaggi che la natura ci offre da portare sulle nostre tavole. Come ogni mese ed in ogni stagione, cerchiamo di preferire frutta e verdura coltivata in maniera biologica e con metodi naturali, magari da raccogliere direttamente dal nostro orto o dai nostri alberi, oppure da acquistare presso le aziende agricole della zona e i mercati a chilometri zero.

Tra la frutta di giugno potremo gustare pesche, susine, albicocche, meloni, pere, fragole, ciliegie, mirtilli e lamponi. Particolare attenzione meritano proprio i lamponi ed i mirtilli, frutti di bosco particolarmente ricchi di vitamine e di antiossidanti, utili per proteggere il nostro organismo dalle malattie e dall’azione dei radicali liberi.

I lamponi contengono in particolar modo flavonoidi, vitamina A e vitamina C. Il loro contenuto vitaminico è maggiore se i lamponi vengono consumati freschi ed appena raccolti. Nel caso in cui si avessero a disposizione lamponi in quantità, il metodo più comune per la loro conservazione consiste nella preparazione di confetture, che potranno essere gustate a colazione anche nei mesi successivi.

Ad attirare l’attenzione di coloro che si dedicano alla cura naturale della salute, nel mese di giungo troviamo anche i mirtilli, a loro volta ricchi di antiossidanti considerati particolarmente benefici sia per la salute degli occhi che per la circolazione. Ai mirtilli sono inoltre attribuite proprietà antinfiammatorie, che ne rendono consigliato l’impiego in caso di cistite.

mirtilli

Tra gli ortaggi che non potranno mancare sulla tavola di giugno, è possibile indicare le melanzane e le zucchine. Le zucchine, in particolar modo, soprattutto nelle varietà più piccole e di forma rotonda, possono facilmente essere coltivate in vaso anche da parte di chi non è in possesso di un orto vero e proprio. Le zucchine sono un ortaggio molto versatile in cucina, che può essere consumato anche crudo, ad esempio tagliato a listarelle sottili ed aggiunto alle insalate di verdure o alle insalate di riso. Sono ottime crude, se condite con un pochino di succo di limone. Sono, infine, considerate benefiche per la protezione della pelle e della vista.

zucchine

A differenza delle zucchine, le melanzane non possono essere consumate crude. La cottura è necessaria per via della presenza della solanina, in maniera simile a ciò che avviene per quanto riguarda le patate. Non tutti sono a conoscenza di come la melanzana sia un ortaggio composto prevalentemente da acqua e sia dunque considerato dall’elevato effetto depurativo per il nostro organismo. Tra gli ortaggi di giugno potremo gustare, oltre a zucchine e melanzane, pomodori, peperoni, cetrioli, radicchio, asparagi, fagioli e piselli.

melanzane

Approfittiamo dunque dell’abbondanza dei doni di stagione per arricchire ancora di più la quantità di frutta e verdura da portare sulle nostre tavole, attraverso macedonie ed insalate fresche, cuocendo gli ortaggi al vapore o stufandoli, in modo che possano assorbire l’acqua di cottura evitando la dispersione dei preziosi sali minerali in essi contenuti.

 

Photo Credits: Tumblr, Pinterest