Yogurt fatto in casa: due soli ingredienti sono la ricetta per la colazione perfetta

yogurt_homemade

Gli esperti ci mettono in guardia sulla prima colazione italiana: il cappuccino e brioche del bar sotto casa che da anni ci danno la carica per affrontare la giornata lavorativa sono messi al bando. Troppo ricca di grassi e zuccheri, ipercalorica e nemica del colesterolo. Per di più, ci farebbe sentire più affamati del necessario nelle ore successive (qualcuno ha sentito parlare di “picco glicemico” causato da un eccesso di zuccheri semplici nel sangue?!?).

Le Green Lovers più attente alla dieta sapranno di certo che lo yogurt è una fonte preziosa di calcio. Inoltre, grazie ai fermenti lattici, aiuta il nostro organismo a lavorare bene e quindi a raggiungere e mantenere quella tanto agognata “pancia piatta” che è il sogno condiviso di moltissime di noi -ma anche moltissimi, se proprio vogliamo dirla tutta!- 🙂
Quello preparato con il latte a lunga conservazione è il più economico, ma i vegani possono sostituirlo con il latte di soia e chi è intollerante al lattosio può utilizzare il latte lactose free. La ricetta si presta inoltre a golose varianti, come quella con latte di cocco o di mandorla, o greek style, denso e cremoso da leccarsi i baffi.

Ecco allora la ricetta…

Ingredienti:

  • 1 litro di latte
  • 1 dose di fermenti lattici vivi. Si possono acquistare in internet e il costo è davvero contenuto: una confezione da circa 12 $ contiene 80/100 dosi e ogni dose è sufficiente a produrre i litro di yogurt
  • mezza tazza di latte in polvere se volete che il vostro yogurt sia più denso, altrimenti questo ingrediente può essere evitato

Procedimento:

Mettete il latte da voi scelto (fresco oppure a lunga conservazione, di soia, di cocco, di mandorla o lactose free) in un pentolino d’acciaio, aggiungete, se volete, il latte in polvere e mescolate bene finchè non sarà completamente sciolto.
Intiepidite il latte sul fuoco ad una temperatura di circa 40° e aggiungete i fermenti lattici. Se volete che il vostro yogurt sia davvero denso come quello greco portate per un minuto il latte a 90° e solo dopo fatelo scendere a 40°. A questo punto mantenete il composto ad una temperatura costante di 40° per tutta la notte. L’ideale sarebbe aiutarsi con una piccola yogurtiera di quelle domestiche, ma durante l’inverno potete anche avvolgere il contenitore in una coperta e lasciarlo vicino ad un calorifero acceso.

La mattina successiva avrete pronta la vostra colazione salutare, economica -poco più del costo di un litro di latte per un litro di yogurt, che si conserva in frigorifero fino ad una settimana-, amica della lineae, naturalmente, della natura, in quanto non produrrete scarti di materiale plastico che finisce in spazzatura dopo un solo utilizzo!
E adesso preparatevi a scatenare la vostra fantasia per un risveglio davvero gustoso, magari arricchendo lo yogurt con un frutto di stagione e un paio di cucchiai di cereali integrali e frutta secca!

 

Credits: Google Images