Prepariamo insieme la focaccia con la pasta madre

Ormai da più di un anno custodisco un barattolino di pasta madre, che utilizzo almeno una volta alla settimana per preparare in casa il pane, la focaccia o l’impasto per la pizza. La pasta madre (o lievito madre) è l’unico vero lievito completamente naturale, vivo e vitale, perché necessita di essere nutrito e curato, rinfrescandolo almeno una volta alla settimana con acqua e farina, anche se non se ne ha bisogno per preparare un impasto.

La pasta madre non si acquista al supermercato, ma la si può ricevere in dono da chiunque ne abbia già un po’. Ogni pasta madre è diversa dalle altre e ciò rende ogni impasto ancora più speciale e personale.

A volte si pensa che sia quasi impossibile riuscire a preparare in casa e con le proprie mani una focaccia che sia tanto gustosa e morbida quanto quella del fornaio, senza l’aiuto di impastatrici e di forni in grado di raggiungere temperature elevatissime. In realtà, impastare con le proprie mani è semplicissimo; c’è solo bisogno di un pochino di pratica, che si acquista volta per volta.

Il segreto principale si nasconde nella scelta di ingredienti di alta qualità. Mi riferisco soprattutto alla farina. Con la pasta madre si può ottenere una focaccia davvero buona, soprattutto se si sceglierà di utilizzare per la sua preparazione della farina 0 biologica (ancora meglio se macinata a pietra) e dell’ottimo olio extravergine d’oliva.

I tempi di lievitazione potranno variare a seconda della “forza” della vostra pasta madre. Di solito preparo l’impasto alla mattina per infornarlo alla sera, o viceversa, lasciando lievitare il tutto almeno 6-8 ore.

Ora vi racconto per punti il mio metodo di preparazione della focaccia con la pasta madre.

1) In una ciotola rinfresco la pasta madre (un panetto grande poco meno di un pugno) con 100 gr. di farina e acqua quanto basta da aggiungere ed amalgamare finché non ottengo nuovamente la consistenza di partenza (il volume si sarà almeno raddoppiato).

2) Divido la pasta madre in due parti, una delle quali verrà utilizzata subito, mentre l’altra dovrà essere riposta nel proprio barattolo e conservata in frigorifero (questa regola vale per tutti gli impasti, in modo da poter avere sempre della pasta madre a portata di mano).

3) Inizio a preparare l’impasto amalgamando alla pasta madre rinfrescata 350 gr. di farina 0, acqua, sale fino e un paio di cucchiai d’olio. Lavoro energicamente fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.

4) Lascio riposare l’impasto in una ciotola ricoperta con un canovaccio umido per 6-8 ore. Trascorso il tempo necessario, ungo d’olio una teglia da forno rotonda e stendo l’impasto con le mani. Copro la teglia con il canovaccio e lascio riposare per una mezz’ora.

5) A questo punto, picchietto la superficie dell’impasto con le dita per formare delle piccole conche dove inserire le olive tagliate a metà o in cui si raccoglierà l’olio che verrà versato a filo sulla focaccia. Cospargo la focaccia con sale grosso e rosmarino e la inforno a 180°C per circa 25 minuti.

La focaccia è pronta!

Se avete bisogno di altri suggerimenti, lasciate pure un commento a questo post. Se proverete la ricetta, fatemi sapere come vi riuscirà.

Non avete ancora la pasta madre e ne vorreste un po’ per iniziare a panificare? Vi consiglio di contattare la Comunità del Cibo Pasta Madre. Buona lievitazione!