La ricetta facilissima della pasta di kamut con il cavolfiore

Che sia iniziato il periodo detox è chiaro, oltre che essere un obbligo verso me stessa, perché nella mia latitanza dal blog durante le feste non ho fatto altro che mangiare e mangiare e ancora mangiare.

Ancora di notte mi sveglio di soprassalto sognando che durante la quarantott’ore non stop Vigilia – Santo Stefano vengo  ingozzata come un tacchino il giorno prima del Thanksgiving Day.

La mia detox però non prevede la teoria del “non mangio niente tranne acqua e qualche centrifugato di verdure”. No. Che poi basta poco: eliminare dolci, cibi grassi e consumare frutta e verdura fresche e di stagione, magari riducendo un po’ il pane e le porzioni. Per questo non è mia abitudine eliminare totalmente la pasta o in generale i carboidrati ma invece di consumarla gratinataconbesciamellamozzarellasugoetuttoilpossibiledentro è sufficiente prepararla con ingredienti leggeri e poco calorici.

E’ il caso della ricetta che vi propongo oggi  che per altro è anche semplicissima da preparare.

Canzone che ascolto nell’ipod e che consiglio anche per la preparazione della ricetta: Sheryl Crow – Run, Baby, Run. Perché se alla detox abbiniamo anche una corsetta o una camminata male non fa, chevelodicoafare.

Ingredienti per due persone:

1  cavolfiore di circa 600 gr

160 gr di pasta di kamut. Potete anche ridurre ulteriormente a 140 gr ma se cucinate anche per il vostro lui dubito che rinunci alla dose minima sindacale di carboidrati per un uomo: da 100 gr in su

Olio

Sale

Pepe

Pulite il cavolfiore, tagliatelo a pezzetti, sciacquatelo e mettetelo in una pentola piena d’acqua (che sia capiente perché ci dovrete far bollire anche la pasta). Da quando inizierà il bollore fate cuocere il cavolfiore per circa 5-7 minuti trascorsi i quali salate, buttate la pasta e lasciatela bollire per i minuti indicati sulla confezione.

Alla fine del tempo scolate e fate saltare la pasta e la verduta con un po’ di olio. Vedrete che il cavolfiore cotto formerà una deliziona cremina. Aggiungete pepe a piacere.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *