La ricetta del pane in cassetta con pasta madre

pane in cassetta

Tu chiamalo se vuoi pane in cassetta o anche pancarré, non c’è molta differenza.  Il risultato infatti è sempre un filoncino di pane fuori fragrante e morbidissimo all’interno, che al primo morso conquista con una nota leggermente dolce che via via si dissolve.

Personalmente lo adoro tostato con un velo di marmellata di prugne,  ma vi confermo essere delizioso anche in versione salata. Un esempio su tutti: la classica bruschetta  al pomodoro. Mi saprete dire.

pane_cassetta_colazione

Canzone che ho nell’ipod mentre scrivo questo post e consigliabile anche per la preparazione di questa ricetta: Paradise- Coldplay. Non dico che assaggiare questo pane vi farà sentire in paradiso,  ma già solo il suo profumo mentre lo si cuoce renderà la vostra cucina un posto migliore.

Ingredienti:

300 gr di farina di farro

150 gr di pasta madre

150 gr di latte di soia (o latte vaccino se preferite o ancora acqua per un sapore più neutro)

30 gr di olio di oliva

1 cucchiaio di zucchero (facoltativo, potete anche non metterlo se preferite una versione più neutra)

1 cucchiaino scarso di sale 

La preparazione di questo pane richiede due lievitazioni di circa 4 ore l’una.

Sciogliete la pasta madre nel latte appena tiepido, aggiungete la farina, l’olio, lo zucchero e il sale e iniziate a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

A questo punto mettete il composto a lievitare per 4 ore, coperto da un panno, in un luogo a riparo dalle correnti d’aria (l’interno del forno spento andrà benissimo).

Trascorso il tempo l’impasto sarà raddoppiato di volume.

pane_cassetta_levato

Senza impastare di nuovo, stendete l’impasto con le mani formando un rettangolo che poi andrà arrotolato fino a che non si otterrà una specie di salsicciotto e adagiatelo in una teglia da plum cake. Può così iniziare la seconda lievitazione di 4 ore; il pane deve essere sempre coperto da un panno e sempre al riparo dalla corrente.

pane_cassetta_impasto

pane_cassetta_impasto_lievitato

Una volta cresciuto cuocetelo in forno preriscaldato per 30 minuti a 180 gradi.

Consiglio: questo pane, essendo molto morbido all’interno, si conserva per diversi giorni, potete però tagliarlo a fette e poi congelarlo per avere sempre a disposizione del pancarré soffice e profumato in qualsiasi momento.