I miei maglioni sono a km zero, fatti a mano dalla magliaia

Nella stagione fredda mi piace indossare maglioni caldi e avvolgenti.

Adoro le trame grosse, le trecce e le greche e  scaldarmi con la lana che se anche un po’ pizzica regala in cambio un tepore impagabile.

I fili intrecciati mi ricordano casa, mia nonna che lavorava velocissima la maglia per fare maglioni e sciarpe per tutti e io piccola che mi fermavo a guardarla e restavo rapita dall’abilità delle sue dita magre e agilissime. Perché anche mia madre è bravissima e ha la stessa abilità che si tramanda di generazione in generazione. Perché se anche io sono l’esempio vivente di come le tradizioni si possano interrompere, ho provato a fare mezza sciarpa al mio fidanzatino liceale e il risultato è che ora non siamo più fidanzati, migliorarmi è nella mia wish list.

Perché ho un bisogno assoluto di manualità e già mi immagino il mio maglione oversize handmade portato sui leggings e  tirarmela un po’ “si l’ho fatto io”.

E oltre che l’orgoglio personale c’è anche il lato pratico: o ti sveni per comprare un maglioni in pura lana, o ti butti nel low cost ma in questo caso di lana forse raggranelliamo un 1%,  oppure ci si dà al knitting.

Ma se come me siete ancora delle principianti e non volete rinunciare al calore avvolgente del pure wool, c’è una bellissima abitudine che mi accompagna oramai da un paio di inverni: non comprare i maglioni già fatti ma commissionarli a una esperta magliaia.

Un mestiere quasi dimenticato però estremamente affascinante fatto di colori, di trame, di profumi e di una manualità veloce e saggia che non spreca nulla nemmeno il più piccolo filo dell’ultimo gomitolo.

La meraviglia di entrare negozi che vendono lana, con tutti quei gomitoli messi in fila pazientemente  in ordine di colore. Comprerei tutto, dal turchese al giallo canarino, al melange marrone, al rosso.

L’impagabile piacere di scegliere il modello, forma, lunghezza, trama che fa diventare unico quello che indosso. E pensandoci è un po’ come avere dei maglioni a km zero.

E se anche il knitting è una cosa che imparerò, già ora mi sembra di farli un po’ da sola  i miei maglioni.

Photo Credits: simobre.files.wordpress.com, tumblr