Colletta Alimentare: un buon motivo per andare al supermercato questo week end

Questa settimana vi propongo un evento non proprio bio, ma utile per le (tante) persone che   si trovano in difficoltà a causa della particolare situazione socio-economica che stiamo vivendo. Penso che valga la pena darvi risalto perchè “biologico” non è, dal mio punto di vista, solo un modo di nutrirsi, vestirsi o stare attenti agli sprechi. E’ anche questo, certo. Ma “bio” è anche rispettare gli altri e i loro bisogni. Proprio come succedeva in passato, quando la solidarietà verso il prossimo era un valore sentito e ci si aiutava come si poteva. Se questo week end dovete fare la spesa, ecco una buona occasione per fare un salto nel passato.
Sabato 26 Novembre i volontari della Fondazione Banco Alimentare saranno presenti nei supermercati per la 15esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Ritirando i sacchetti presso gli appositi banchetti potrete riempirli con beni di prima necessità da donare a chi è in difficoltà. L’offerta è libera, potrete acquistare ciò che volete e nella quantità che volete. Ciò che è più utile, e che i volontari vi segnaleranno, è il cibo in scatola (carni, legumi, tonno), omogeneizzati e alimenti per l’infanzia, pasta, olio, pelati e sughi. Niente di pretenzioso insomma, ma cibi semplici e nutrienti, che possono essere trasportati facilmente e si conservano a lungo.

Su http://www.bancoalimentare.it/colletta-alimentare-2011/la-gnca potete trovare tutte le informazioni che vi servono, compresi i punti vendita di tutta Italia dove si svolgerà la Colletta Alimentare.