Farina di ceci: io mi ci lavo le mani

farina_ceci

Fino a pochissimo tempo fa se pensavo alla farina di ceci la vedevo solo come l’ ingrediente principe di quella delizia che è la farinata ligure, che sono stata capace di farmi Milano-Savona in giornata solo per lei e la focaccia di Recco e il mare.

Se pensavo ai ceci per me erano quei legumi deliziosi che si sposano divinamente con la pasta, che ho mangiato Ciciri e Tria (pasta e ceci preparata secondo tipica ricetta salentina) in pieno agosto a Santa Maria di Leuca e diciamo che questo non è propriamente un piatto che si prepara in piena estate.

I ceci per me sono sempre stati un ingrediente immancabile da utilizzare tipicamente e solamente in cucina, non avrei mai pensato a loro come valida alternativa anche per la cura e la pulizia della pelle.

E poi mi sono dovuta ricredere e ho scoperto la farina di ceci come prezioso alleato per la pulizia delle mani grazie alle sue straordinarie proprietà detergenti che la rendono una validissima alternativa ai classici saponi e ai prodotti per la pulizia del corpo che spesso irritano la pelle, soprattutto quella più delicata, danneggiano l’ambiente  e sono oltretutto molto costosi.

Utilizzarla è semplicissimo: basta tenere un piccolo contenitore con della farina di ceci vicino al lavandino e un cucchiaino che permetta di dosarla, versarne una piccola quantità tra le mani leggermente umide, strofinare e risciacquare.

E fare un piccolo gesto d’amore verso di noi e verso l’ambiente diventa  facile e quotidiano come lavarsi le mani grazie ad un unico prodotto economico, biodegradabile e naturale.

 

 

Foto Credits: Tumblr