Menabrea, Biella e la Rossa in bottiglia

menabrea

Amo visitare i luoghi in cui si lavora e si produce il cibo. E’ stato così per le tonnare siciliane, i caseifici e non sono da meno i birrifici.

Questa volta è toccato proprio ad un birrificio, il più antico d’Italia. In Piemonte. Biella. Cittadina che non conoscevo, lontana dai soliti itinerari che vedono le langhe al primo posto, eppure così ricca di storia e un passato legato all’industria tessile e agroalimentare.

Ed è qui l’headquarters di Menabrea, famoso marchio di birra che mantiene la sua produzione radicata al territorio e all’amore per una tradizione che rivive in ogni fusto di birra, nel luppolo, nell’orzo, insieme al futuro che avanza in ogni innovazione dello stabilimento.oDurante la visita ho annusato profumi, a volte pungenti e inebrianti, ho assaggiato sapori intensi come quello del lievito – protagonista assoluto – e ho visto da rapporti di buon vicinato, come quelli tra Menabrea e il caseificio Botalla, nascere prodotti nuovi e diversi come il formaggio alla birra, la cui origine è legata a un aperitivo; perché sulle terrazze di Menabrea, in estate, dopo il lavoro, ci si rilassa bevendo una rossa e mangiando un pezzo di toma, immaginando cambiamenti, crescita ed evoluzione.

-“Potremmo provare a lanciare sul mercato un formaggio alla birra”.

– “Già, potremmo”.

E così nasce lo Sbirro, toma piemontese dall’aroma legata alla birra e ai suoi cereali.

Ho visitato un museo che presto sarà aperto al pubblico, dove la storia di un’azienda è legata a quella di un prodotto che deve il suo successo all’aria, all’acqua di un territorio e alla passione della sua gente.

E infine una Menabrea l’ho anche bevuta. La nuova Rossa doppio Malto. Da oggi non solo in fusto ma anche in bottiglia.

Così l’aperitivo con birra e toma piemontese d’ora in poi potrò farlo anche io, sul mio mini balcone milanese.

menabrea-rossa

menabrea-malto

menabrea3

menabrea2

menabrea-stabilimento

menabrea-silos

menabrea-lievito

menabrea-imbottigliamento

menabrea-etichetta

menabrea-archivio

toma-piemontese

toma-stagionatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *