Bokashi, ovvero il compostaggio domestico della tradizione giapponese

compostaggio_domesticoSe dico compostaggio vi viene in mente qualcosa di molto odoroso che poco si addice all’ambiente casalingo?

I giapponesi ci insegnano che possiamo produrre dell’ottimo concime naturale anche nel nostro appartamento di citta’.
Lo chiamano Bokashi bucket e non e’ altro che un contenitore per la fermentazione degli scarti organici, le cui dimensioni non superano quelle di un comune bidoncino per la spazzatura domestica. Potete tenerlo addirittura nella vostra cucina, anche perche’ non fa odore! Sono adatti al compostaggio gli scarti di qualsiasi cibo, dalle verdure alla carne, ma anche foglie secche e piccoli pezzi di carta. Per ottenere il vostro concime naturale non dovete far altro che aggiungere al contenitore una miscela di microrganismi, il Bokashi mix, ogni volta che vi gettate nuovi rifiuti. Il Bokashi mix puo’ essere acquistato online ad un prezzo che si aggira intorno ai 12$, mentre per il contenitore bastano due secchi di plastica e un rubinetto, che potete comprare in qualsasi negozio per bricolage o ferramenta a non piu’ di 15 euro.

Una volta a casa, create tanti fori sul fondo di uno dei due secchi. Nell’altro contenitore montate invece il rubinetto e poi inseritevi il primo secchio in modo che resti rialzato dal fondo. Tutto cio’ fa si’ che, quando getterete gli scarti di cibo nel contenitore, il liquido che si creera’ –chiamato dai giapponesi Bokashi tea– possa essere facilmente drenato ogni 3-4 giorni ed eliminato. Cosi’ il composto non marcisce e non provoca odori molesti. Infine coprite il tutto con un coperchio, una pellicola o un sacchetto di cellophane per non lasciare i rifiuti a contatto con l’aria. Il risultato dovra’ essere simile a cio’ che vedete nella foto.Bokashi bucket

Se invece la manualita’ non e’ il vostro forte e preferite acquistare il Bokashi bucket gia’ pronto, potete ancora una volta trovarlo online, ad un prezzo di circa 60$.

Allora…abbiamo tutto il necessario, vediamo come preparare il nostro compost!

Quando il  contenitore sara’ pieno (a seconda della quantita’ di scarti che producete ci vorranno da due settimane a un mese), bastera’ seppellire il contenuto in un angolo del giardino o in una scatola con della terra appositamente creato sul vostro terrazzo e aspettare altre due settimane. Durante questo periodo avverra’ la fermentazione vera e propria  e alla fine potrete disseppellire il vostro concime.

Noi Coccinelle pensiamo che il compostaggio domestico sia un’idea da incoraggiare. Infatti i rifiuti organici che normalmente vengono gettati nella spazzatura sono responsabili dell’emissione di una quantita’ di metano che, giorno dopo giorno, si disperde nell’atmosfera contribuendo all’inquinamento dell’ambiente. Se utilizzati come concime naturale, invece,  diventano una fonte di preziosi nutrienti per le vostre piante.

Nel caso poi il pollice verde non fosse il vostro forte, potete sempre regalare il composto ottenuto al vicino di casa o ad un giardiniere che conoscete… il regalo infatti puo’ essere, ancora una volta, il modo migliore per limitare gli sprechi!

Per maggiori info e imagini dettagliate del processo di creazione del Bokashi bucket: http://www.joyeverafter.com/blog/2012/4/16/diy-bokashi-bucket-composting.html

Photo Credits: tumbrl, joyeverafter.com

 

 

1 Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>