Gnocchi di patate allo zafferano con porcini trifolati

gnocchi-zafferano

La cosa più bella del cucinare è farlo con qualcuno: provare insieme gli ingredienti, sporcarsi di farina, distribuire i compiti, venire in soccorso l’uno dell’altro se gli impasti prendono il sopravvento, bisticciare a volte e fare pace subito dopo, assaporando il risultato di un lavoro di squadra e di cuore.

Perché cucinare è sempre un lavoro di squadra e di cuore.

E’ il turno degli gnocchi di patate, gialli come il sole, merito dello zafferano. Spezia preziosissima. E grazie al loro sapore già intenso e appagante il condimento è semplice, composto solo da pochissimi ingredienti, naturalmente autunnali, come solo i funghi porcini sanno essere.

Playlist: Satie – Première Gymnopédie

Ingredienti per 3 porzioni

Per gli gnocchi

750 gr di patate (preferibilmente rosse)

200 gr di farina

1 uovo

sale qb

1 bustina di zafferano bio

Per il condimento

300 gr di porcini freschi (oppure 30 gr di funghi secchi)

½ porro

olio EVO

prezzemolo

Preparazione degli gnocchi

Lavare le patate, avvolgerle una per una in un pezzo di carta forno carta forno, formando una specie di caramella e cuocerle in forno a circa 150° per un’ora, controllando la cottura con la forchetta.

La cottura delle patate fatta al forno consente all’impasto di restare asciutto, evitando un eccesso di farina che può rendere gli gnocchi duri e gommosi 

gnocchi-zafferano-patate-forno

Schiacciarle con uno schiacciapatate all’interno di una ciotola, salarle e lasciarle raffreddare.

Una volta fredde unire lo zafferano, l’uovo e pian piano i 200 gr di farina lavorando inizialmente con un cucchiaio e poi con le mani, trasferendo l’impasto su una spianatoia di legno.

Non appena la farina sarà assorbita e il composto sarà omogeneo tagliarlo in 8 parti.

gnocchi-zafferano-impasto

Arrotolare ciascuna porzione formando dei filoncini e tagliare a piccoli gnocchetti larghi circa 2 cm, spolverando sempre la spianatoia con poca farina.

gnocchi-zafferano-dettaglio

Per ciascun gnocco formare la caratteristica rigatura, che servirà ad assorbire il sugo, o con l’aiuto del rigagnocchi o anche semplicemente di una forchetta.

Distribuire gli gnocchi su un canovaccio pulito cosparso di farina.

gnocchi-zafferano-pieghe

Preparazione dei funghi

Far rinvenire i funghi se si usano quelli secchi, pulire accuratamente e tagliare a tocchetti invece quelli freschi. Tagliare il porro a listarelle sottili e rosolarlo in una pentola insieme all’olio EVO. Unire i funghi e far cuocere per circa 15/20 minuti a fuoco medio aggiungendo dell’acqua se si dovessero asciugare troppo. Aggiungere il prezzemolo e completare la cottura.

gnocchi-zafferano-funghi

Composizione del piatto

Far cuocere gli gnocchi gettandoli in acqua bollente salata avendo cura, qualora ce ne fosse, di eliminare prima la farina in eccesso.

Raccoglierli man mano che vengono a galla con una schiumarola. Disporli nei piatti, condirli con i funghi e completare con un filo di olio EVO e una spolverata di prezzemolo.

gnocchi-zafferano-funghi-dettaglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *